Moto gp

Aldeguer vince in Moto2™ con la nuova posteriore Pirelli, Alonso torna alla vittoria in Moto3™

Gare di Moto2™ e Moto3™ molto combattute e veloci quelle corse oggi al Sachsenring, circuito che ha ospitato il Gran Premio di Germania del Motomondiale.
A trionfare in Moto2™ è stato lo spagnolo Fermín Aldeguer (MB Conveyors SpeedUp/Boscoscuro), al suo secondo successo stagionale dopo la vittoria nel GP di Catalunya. Come la maggior parte dei piloti in griglia, Aldeguer in gara ha utilizzato la nuova posteriore soft di sviluppo D0532 che Pirelli ha fatto debuttare proprio al Sachsenring, un circuito molto impegnativo per i pneumatici.
David Alonso (CFMOTO Gaviota Aspar Team/CFMOTO) è tornato alla vittoria in Moto3™ dopo l’assenza in Olanda ed ora vanta ben sei successi su un totale di nove gare disputate.
In entrambe le classi, grazie anche alle prestazioni dei pneumatici Pirelli, sono stati realizzati i nuovi giri record di gara ed è stata migliorata la durata complessiva di gara migliorandone il passo di oltre 3 decimi.

BARBIER ITALIANO

La nuova posteriore di Moto2™ ancora protagonista e gare record in entrambe le classi

“Quello del Sachsenring è senz’altro uno dei circuiti più impegnativi tra quelli in calendario, insieme a, per motivi diversi, GP di Qatar, di Catalunya e dell’Australia. Fatta questa premessa, possiamo ritenerci soddisfatti dei risultati ottenuti in questo GP viste le ottime prestazioni di tutte le mescole. Come in molte altre occasioni quest’anno, anche in Germania abbiamo realizzato in entrambe le classi i nuovi giri record assoluti della pista e i giri record di gara, migliorando pure la durata complessiva delle gare. Ottima la prestazione della nuova posteriore soft di sviluppo D0532 al debutto in Moto2™ che è stata anche la mescola più utilizzata in gara, un risultato non scontato che indica che team e piloti hanno fiducia nel nostro operato e non hanno remore ad utilizzare sùbito soluzioni nuove. Il fatto che questo nuovo pneumatico sia stato molto utilizzato ci ha permesso di raccogliere diversi dati utili che ci serviranno in ottica sviluppi futuri. Anche in Moto3™ la SC2 posteriore ha mostrato un comportamento simile in termini di resistenza all’usura e prestazioni, con differenze nei tempi sul giro contenute in pochi decimi dall’inizio alla fine della corsa. Quindi un bilancio del fine settimana molto positivo, adesso siamo già proiettati verso le prossime gare con Silverstone che segnerà il giro di boa del Campionato.”

LA GARA DEI PNEUMATICI

Moto2™
 
· Per il posteriore 24 dei 30 piloti in griglia ha optato per la nuova soft di sviluppo D0532 mentre i restanti 6 hanno utilizzato la soft SC0 di gamma. All’anteriore la soft SC1 è stata scelta esattamente da 2/3 dei piloti mentre gli altri 10 hanno usato la medium SC2.
 
· Il tempo complessivo di gara è stato di 35’07.384, quasi 8 secondi più veloce di quella del 2023 che si traducono in un miglioramento medio sul giro di 3 decimi abbondanti. 
 
· Utilizzando la nuova posteriore soft D0532 e la soft SC1 anteriore, al secondo passaggio Tony Arbolino (Elf Marc VDS Racing Team/Kalex) ha realizzato il nuovo giro record di gara in 1’23.449, migliorando di oltre 2 decimi quello precedente. Oltre a lui, altri 6 piloti sono scesi sotto il precedente record.
 
Moto3™
 
· Scelta unanime dei piloti per quanto riguarda il pneumatico posteriore con cui prendere il via: tutti hanno optato per la medium SC2, l’opzione migliore per le caratteristiche del tracciato tedesco. La maggioranza dei piloti (19 su 26) l’ha accoppiata con l’anteriore medium SC2 mentre solo 7 piloti hanno preferito la soft SC1. Dei piloti a podio, il vincitore di gara David Alonso (CFMOTO Gaviota Aspar Team/CFMOTO) e il terzo classificato Iván Ortolá (MT Helmets-MSI/KTM) all’anteriore hanno utilizzato la medium SC2 mentre il secondo classificato Taiyo Furusato (Honda Team Asia/Honda) ha scelto la soft SC1.

· Con il tempo di 1’25.467 al quinto passaggio passaggio, Iván Ortolá (MT Helmets-MSI/KTM) ha siglato il nuovo giro record di gara migliorando di 2 decimi abbondanti il precedente record realizzato da Daniel Holgado nel 2022. I piloti a scendere sotto il precedente giro record di gara sono stati complessivamente nove.
 
· Rispetto al 2023, quest’annoc’è stato un miglioramento medio del passo gara di oltre tre decimi e la corsadi 23 giriè stata 7 secondi e mezzo più veloce di quella del 2023 a parità di numero di giri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.