A soli 24 anni muore la ciclista olimpica neozelandese Olivia Podmore

La ciclista olimpica neozelandese Olivia Podmore è morta a 24 anni. A confermarlo il Comitato olimpico neozelandese (NZOC) in una nota .

“Offriamo le nostre più sentite condoglianze alla famiglia, agli amici e a tutti quelli che stanno soffrendo per questa perdita”, ha affermato il NZOC .
“Stiamo fornendo supporto per il benessere dei membri del suo team mentre torniamo a casa da Tokyo”.
Nata a Christchurch, in Nuova Zelanda, Podmore ha vinto l’argento nella sprint a squadre e il bronzo nella cronometro ai Campionati del Mondo Junior 2015 ad Astana, in Kazakistan, per qualificarsi per i Giochi Olimpici di Rio 2016.
Ha rappresentato la Nuova Zelanda a Rio 2016 e ai Giochi del Commonwealth della Gold Coast 2018 in eventi su pista, tra cui lo sprint a squadre, il keirin e lo sprint individuale.

Non ha rappresentato la Nuova Zelanda ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020.
Nel 2017, Podmore è stata il campionessa nazionale di keirin.

Un portavoce della polizia della Nuova Zelanda ha dichiarato alla CNN: “Ieri sera la polizia ha assistito a una morte improvvisa in una proprietà di Cambridge.
“La polizia sta effettuando indagini in relazione alla morte per conto del coroner. Il coroner rilascerà i risultati a tempo debito”.
Il fratello di Podmore, Mitchell, ha postato sui social media: “Riposa in pace mia splendida sorella e amata figlia di Phil Podmore. Sarai nei nostri cuori per sempre”.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.